CASA FIEMME

Il legno mi ha accompagnato lungo tutta la vita, fin da quando ho iniziato, già da bambino, a passeggiare per i boschi. Amo l’aria sana, il profumo della pioggia tra le foglie, la sensazione di tranquillità: mi sento sempre a Casa, quando sono nella natura. In questo modo ho imparato a conoscere il legno e mi sono appassionato alle sue qualità e caratteristiche, è diventato un amico e ho trasformato il piacere di tenere il legno tra le mani nel mio lavoro.

È stato, quindi, facile per me scegliere Fiemme 3000. Una scelta forte e coraggiosa all’inizio, perché il mercato forse non era ancora pronto per una nuova visione. Ma questa azienda è composta da persone determinate e soprattutto oneste nelle quali ho riconosciuto i miei stessi valori: condividono la passione per il legno, credono nel valore dell’uomo e si impegnano a proporre un materiale vero, sincero e soprattutto sano. E il risultato è unico, è un legno biocompatibile in tutte le sue fasi di realizzazione, pensato per durare nel tempo e, non per ultimo, mantenere la sua straordinaria bellezza.

Il rapporto con Fiemme 3000 ha portato ad una collaborazione che si è perfezionata nel corso degli anni, consentendoci di diventare protagonisti dei loro progetti e ambasciatori della loro filosofia.

In questi anni infatti siamo cresciuti, passo dopo passo, grazie ed insieme a loro. Ci sentiamo consulenti e a chi entra nella nostra Casa parliamo a gran voce della filosofia Fiemme, della biocompatibilità e del vero legno naturale, quello curato con umiltà e passione da mani artigiane. E oggi siamo orgogliosi di essere, sul territorio che amiamo, CASA FIEMME VALCAMONICA.

Questo però non è l’arrivo, non finisce qui. L’impegno nostro e di Fiemme continua ogni giorno: con entusiasmo partecipiamo alle nuove iniziative e ai costanti aggiornamenti, per consolidare il nostro gruppo e aggiungere ogni volta un’esperienza in più da raccontare, con coerenza e felicità, a chi si rivolge a noi. Mi guardo indietro, mi complimento con me stesso per la scelta coraggiosa di quegli anni, poi guardo avanti: sono sereno perché ho al mio fianco un partner eccellente che ci ricorda che il legno deve essere raccontato per ciò che è, perché è vero e sincero, come le emozioni che provo quando passeggio nel bosco, respirando la natura.